Donazione sangue: D'Amato, 'Al via servizio invio referti tramite fascicolo sanitario elettronico per i donatori'
nella foto: Donazione sangue: D’Amato, ‘Al via servizio invio referti tramite fascicolo sanitario elettronico per i donatori’
14 giugno 2022

Donazione sangue: D’Amato, ‘Al via servizio invio referti tramite fascicolo sanitario elettronico per i donatori’

  • Aumenta il carattere
  • Diminuisci il carattere

La nuova procedura è stata attivata proprio il 14 giugno in occasione della Giornata mondiale del Donatore di Sangue

I risultati degli esami effettuati in occasione della donazione di sangue e emocomponenti saranno visibili nel Fascicolo sanitario Elettronico (FSE). Parte oggi nelle prime due aziende della Regione Lazio, l’Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata e la Asl di Viterbo, la nuova modalità di consegna dei risultati che saranno inviati, in modo automatico e semplificato, sul FSE del donatore, che potrà consultarli accedendo dal portale regionale. Accedendo al fascicolo sanitario elettronico (all’indirizzo https://salutelazio.it/fascicolo-sanitario-elettronico1) sarà possibile ricercare il proprio referto tra quelli disponibili e visualizzarlo direttamente a monitor.

“Un servizio importante, che presto estenderemo a tutte le aziende del Sistema sanitario regionale e che presentiamo simbolicamente il 14 giugno, la Giornata mondiale del donatore, con l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza verso un gesto di estrema solidarietà, soprattutto in questo periodo estivo in cui il bisogno aumenta” ha dichiarato l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

“In estate – ha dichiarato Tiziana Frittelli Direttore Generale dell’AO San Giovanni Addolorata - occorre la stessa quantità di sacche del resto dell’anno perché non calano i malati che necessitano di trasfusioni, non calano gli interventi chirurgici, non calano i casi di emergenza. Cala invece in modo preoccupante, a causa delle assenze per ferie, la disponibilità di sangue che abbiamo sempre potuto garantire grazie alle donazioni. Grazie all'attivazione di questa modalità i referti degli esami eseguiti in occasione di ogni donazione saranno consegnati in modo sicuro, certo e rapido, saranno sempre visionabili in un archivio storico che è illimitato ed il donatore potrà decidere se renderli consultabili anche al proprio medico curante”.

L'Azienda San Giovanni Addolorata ha fatto propria l'attenzione richiamata di recente  dall'Area Rete ospedaliera della Regione Lazio sulla necessità di rendere più efficiente tale servizio ai donatori di sangue ed ha inteso dare in tempi rapidi una risposta alle richieste delle Associazioni dimostrando da una parte di avere a cuore le esigenze di chi dona generosamente per gli altri e continua ad assicurare il mantenimento di un Sistema che è basato sulla donazione volontaria, anonima, gratuita e responsabile e, dall'altra, allineandosi  alle strategie di digitalizzazione del SSR.

“La provincia di Viterbo – ha aggiunto il direttore generale della Asl viterbese, Daniela Donetti – grazie anche all’impegno delle associazioni attive sul fronte della donazione, da sempre si contraddistingue a livello regionale per gli ottimi risultati di raccolta di sangue e di emocomponenti. Questa ulteriore modalità di accesso ai dati sanitari, attraverso il fascicolo sanitario elettronico, è un ennesimo segnale di vicinanza e di attenzione ai numerosi cittadini donatori, anche in concomitanza della stagione estiva, al fine di rispondere adeguatamente ad eventuali situazioni di carenza che dovessero presentarsi”. La Asl di Viterbo, attraverso il Fascicolo sanitario elettronico, consentirà il ritiro dei referti relativi ai controlli annuali dei donatori (circa 14mila referti annui). Tale linea di attività si pone in continuità con il percorso avviato da anni dall’azienda viterbese, in sinergia con le strategie di digitalizzazione del Servizio sanitario regionale, anche in relazione agli sviluppi del Fascicolo sanitario elettronico, secondo quanto previsto dalle recenti linee guida emanate per il Pnrr.