Casa dei diritti sociali della Tuscia dona libri e giochi  al Consultorio familiare di Viterbo
nella foto: Casa dei diritti sociali della Tuscia dona libri e giochi al Consultorio familiare di Viterbo
19 luglio 2019

Casa dei diritti sociali della Tuscia dona libri e giochi al Consultorio familiare di Viterbo

  • Aumenta il carattere
  • Diminuisci il carattere

Chiara De Carolis: "L'essere stati regalati da altri bambini è parte di un percorso di solidarietà e reciprocità"

Questa mattina, alla Cittadella della salute, una delegazione dell’associazione di volontariato laico Casa dei diritti sociali della Tuscia ha donato numerosi libri e alcuni giochi di legno al consultorio familiare di Viterbo, in modo che possano essere utilizzati dai bambini che, ogni giorno, frequentano la struttura, insieme ai loro genitori.

Ad accogliere l’associazione, per la Asl di Viterbo, il direttore amministrativo aziendale, Maria Luisa Velardi, il direttore del nuovo Dipartimento della salute della donna e del bambino, Giorgio Nicolanti, la responsabile dell’area ostetrica, Antonella Ambrosini, e il personale del consultorio viterbese.

La particolarità, e il valore aggiunto, della donazione è che i libri e i giochi sono stati a loro volta donati dalle famiglie viterbesi all’associazione.

Casa dei diritti sociali della Tuscia – ha scritto la presidente Chiara De Carolis in una nota inviata al direttore generale della Asl, Daniela Donetti – dona questo materiale con l’auspicio che possa, durante il tempo di attesa, avvicinare alla lettura, distrarre dai brutti pensieri e alimentare la fantasia. L’essere stato regalato da altri bambini fa parte di un percorso di solidarietà e reciprocità che continuiamo a costruire con il supporto della comunità e delle istituzioni”.

 

Foto n. 1 Foto n. 2 Foto n. 3 Foto n. 4