Vaccinazioni obbligatorie, basta fare un'autocertificazione nelle scuole senza passare per la Asl
nella foto: Vaccinazioni obbligatorie, basta fare un’autocertificazione nelle scuole senza passare per la Asl
1 settembre 2017

Vaccinazioni obbligatorie, basta fare un’autocertificazione nelle scuole senza passare per la Asl

  • Aumenta il carattere
  • Diminuisci il carattere

Grazie all'accordo siglato tra la Regione Lazio e l'Ufficio scolastico regionale

Vaccinazioni obbligatorie: nella provincia di Viterbo, così come in tutto il Lazio, iscriversi nelle scuole dell’infanzia e dell’adolescenza è più semplice.

Basta presentare l’autocertificazione alle scuole, senza passare per la Asl, in quanto la documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie verrà acquisita attraverso un rapporto diretto tra gli istituti scolastici e l’azienda sanitaria.

È quanto previsto nel protocollo di intesa siglato dalla Regione Lazio e dall’Ufficio Scolastico Regionale per rendere ancora più semplice la vita delle famiglie nel rispetto di quanto previsto dalla legge nazionale sui nuovi obblighi vaccinali.

Anche nella Tuscia la procedura semplificata è al via ed è stata concordata a seguito di una serie di incontri ai quali hanno partecipato in prima persona il direttore generale della Asl, Daniela Donetti, e il dirigente dell’Ufficio scolastico regionale, ambito territoriale di Viterbo, Daniele Peroni.

 

Cosa prevede il protocollo di intesa?

A partire dai prossimi giorni,  le istituzioni scolastiche del Viterbese richiederanno ai genitori, ai tutori o  agli affidatari degli alunni iscritti, di età compresa tra 0 e 16 anni, un’autocertificazione, che è possibile scaricare nella pagina dedicata “Vaccinazioni obbligatorie per la scuola” sul portale www.asl.vt.it, al fine di sollevarli dalla necessità di acquisire il certificato vaccinale presso le Asl per poi di esibirlo alla scuola.

Successivamente, nel rigoroso rispetto della normativa sulla privacy, sempre gli istituti scolastici invieranno l’elenco degli alunni in obbligo vaccinale alla Asl di Viterbo che restituirà gli stessi integrati con l’informazione comprovante lo stato vaccinale.

Sarà, poi, sempre l’azienda sanitaria ad attivare tutte le procedure previste per il recupero degli inadempienti e dei ritardatari.

Per i genitori che necessitassero di ulteriori informazioni è possibile consultare il sito della Asl, la pagina dedicata della Regione Lazio al link www.regione.lazio.it/vaccini, o contattare il numero 0761/236840, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, al quale risponderanno degli operatori dedicati, per quanto attiene i contenuti della legge nazionale sui vaccini, e i pediatri di libera scelta per i quesiti di carattere clinico.